PROVE GRATUITE SPORT 2020: PRENOTA ORA

Train Different #3 – Chest Press


16 Aprile 2018

Gli istruttori Garden e Steven vi spiegano il corretto utilizzo delle macchine isotoniche e degli esercizi a corpo libero più frequenti. Oggi vediamo la Chest Press.

Il macchinario Chest Press è uno dei più conosciuti della palestra.

Viene utilizzato per allenare il gran pettorale (fasci clavicolari, sternali e addominali) ma coinvolge anche i muscoli deltoidi anteriori e i tricipiti branchiali.

La Chest Press viene eseguita come le spinte del bilanciere su panca piana: scapole addotte, gomiti più bassi delle spalle e avambraccio perpendicolare al muro per evitare rotazioni sgradite.

Le distensioni su panca piana offrono una tipologia di lavoro molto più completo rispetto alla Chest Press, però quest’ultima è più sicura per i movimenti.

Infatti, grazie a questo macchinario è permesso sviluppare i pettorali in totale sicurezza e senza la continua assistenza da parte di un partner. Inoltre, rispetto alle spinte su panca piana, offre un isolamento maggiore del gran pettorale.

Molto spesso la Chest Press viene utilizzata come propedeutica all’apprendimento dei rudimenti del movimento sulla panca piana.

Come utilizzare la Chest Press?

Si sistemano le braccia all’altezza dei capezzoli, si appoggia la testa e si impugna il macchinario tenendo le scapole basse e vicine. Si stendono le braccia buttando fuori l’aria e si torna indietro inspirando. Durante l’esercizio non bisogna staccare la testa e le spalle dallo schienale. Anche il posizionamento è importante, per non creare un carico eccessivo a livello delle spalle. 

Richiedi informazioni