POLISPORTIVA GARDEN – Quando lo sport diventa ancora più GREEN


15 Ottobre 2020

La Polisportiva Garden S.r.l. – Società Sportiva Dilettantistica ha espresso il desiderio di abbinare, al processo di sviluppo ed ampliamento in atto, che la porterà ad essere uno dei più grandi centri sportivi d’Italia per atleti dilettanti, un’attività di efficientamento dei consumi energetici con conseguente riduzione delle emissioni in atmosfera.

La proprietà, rappresentata dal Presidente del CDA, sig. Pasini Ermanno, si è sempre dimostrata molto attenta e sensibile all’impatto ambientale della propria struttura, a tal punto da avviare nel 2019, un processo di efficientamento di notevole importanza sia economica che impiantistica, proprio con l’obiettivo di rendere la struttura, che da tanti anni quotidianamente ospita tante centinaia di giovani e non giovani atleti vogliosi di benessere, non solo un punto di riferimento e di ritrovo, ma
anche un esempio di sostenibilità.

Inizio della svolta green

Nel 2019 è stata effettuata la sostituzione del 90% dei corpi illuminanti esistenti con altrettanti con tecnologia LED

. Questo ha permesso di ottenere fin da subito:
  • un notevole miglioramento della qualità della luce e quindi per la vista degli atleti;
  • una riduzione importante delle emissioni;
  • un conseguente risparmio economico.

Essendo un’attività in continua espansione e con una visione a lungo periodo, i risparmi che scaturiranno da una nuova smart ed ecologica gestione, verranno indirizzati verso il miglioramento degli altri servizi per i propri numerosi clienti.

Nel giro di poche settimane verrà installato ed attivato un nuovissimo impianto di microcogenerazione di ultima generazione della potenza di 70 kW elettrici e 109 kW termici che, grazie all’utilizzo di gas naturale, consentirà di produrre contemporaneamente ben 2 diverse forme di energia: energia elettrica ed energia termica (sotto forma di acqua calda).

Questo tipo di intervento rappresenta l’esempio di efficientamento energetico per strutture di questo tipo, che necessitano di tanta energia elettrica e di tanta acqua calda.

Inoltre verrà installato un impianto fotovoltaico di ultima generazione della potenza di 100 kWp, che sarà posizionato sul tetto piano della struttura principale. Per assicurare i pannelli verranno utilizzate strutture di fissaggio aerodinamiche, che non prevedono fori invasivi sul lastrico solare e studiate appositamente per necessitare del minimo apporto di pesi per il loro fabbisogno statico.

Verrà anche introdotto un nuovo impianto di trattamento aria, più efficiente e tecnologicamente più avanzato, che migliorerà sensibilmente la già elevata qualità dell’aria per i clienti del Centro Sportivo.

Il tutto è stato possibile grazie alla realizzazione di un’accurata analisi energetica, realizzata da un’importante azienda locale certificata per effettuare analisi in strutture importanti e complesse come quella della Polisportiva Garden.

Il raggiungimento di tali conclusioni ha richiesto diversi mesi di studio e valutazione dei consumi della struttura, mesi durante i quali tecnici e proprietà hanno lavorato “a braccetto” per cercare di raccogliere tutti gli elementi necessari per consentire di giungere alla miglior soluzione possibile. Per raggiungere tale obiettivo entro l’inverno, le parti hanno lavorato in sinergia anche durante il lockdown seguendo la formula dello “smart-working”.

Nuove tecnologie inserite in struttura

L’obiettivo perseguito è stato quello di inserire nuove strumentazioni al fine di ottenere vantaggi in termini di risparmio energetico e garantire una migliore e più sicura permanenza ai clienti del centro sportivo.

LED

L’inserimento di corpi illuminati con tecnologia a LED di ultima generazione consentirà un risparmio annuo di circa 85.000 kWh con un conseguente risparmio in termini di emissioni pari a circa 55.000 Kg di CO2. Mentre il risparmio in termini di TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) sarà pari a circa 5,5 TEP

IMPIANTO FOTOVOLTAICO da 100 kWp

L’installazione di un impianto fotovoltaico sta diventando una pratica sempre più comune, tuttavia, al fine di rendere l’opera più performante e meno invasiva possibile, sono i particolari a fare la differenza.

I pannelli verranno posizionati su una struttura innovativa dalla massima aerodinamicità, in grado di essere installata senza dover perforare il lastrico solare e, soprattutto, garantendo la staticità e la tenuta al vento.

Vediamo il layout di come verrà realizzato l’impianto:

L’inclinazione minima dei pannelli consentirà di avere un’eccellente produzione anche per “luce diffusa” partendo dalle prime ore del mattino e fino alle ultime ore di luce della giornata. Mentre la struttura in alluminio ed acciaio inox garantirà leggerezza e robustezza, ma anche un’eccellente resistenza alla salsedine, componente da non trascurare per le zone marittime.

Tecnologia all’avanguardia anche per i pannelli utilizzati

I pannelli fotovoltaici installati saranno con tecnologia PERC, la massima espressione di innovazione tecnologica nel settore. La tecnologia PERC permette di aumentare le prestazioni e l’efficienza delle celle fotovoltaiche.

Le celle realizzate in silicio monocristallino, sono caratterizzate da uno strato posteriore passivante, ovvero in grado di riflettere e recuperare la luce non assorbita dal wafer di silicio.
Questo consente di ottimizzare la cattura degli elettroni, sfruttandone il maggior numero possibile per ogni cella e trasformando elettricità in maggior quantità di energia solare. Lo strato passivante posteriore delle celle PERC permette una maggiore possibilità di ricombinazione dei fotoni e, di conseguenza, un aumento dello spettro solare che viene assorbito dal modulo fotovoltaico.

L’impianto fotovoltaico avrà una produzione pari a circa 120.000 kWh
con un conseguente risparmio in termini di emissioni pari a circa 78.000 Kg di CO2. Il risparmio in termini di TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) sarà pari a circa 22,8 TEP

IMPIANTO di MICRO-COGENERAZIONE della potenza di 70 kW elettrici e 109 kW termici

L’installazione di un impianto di micro-cogenerazione rappresenta il massimo dell’efficienza per questo tipo di strutture.
Avendo un fabbisogno di acqua calda importante, se correttamente dimensionato e con un adeguato lavoro sugli accumuli di acqua, il cogeneratore rappresenta l’eccellenza per il rapporto tra costi-risparmio-emissioni.

Il cogeneratore della polisportiva Garden è stato dimensionato in modo da poter lavorare più ore possibili nell’arco dell’anno, considerando sia i consumi elettrici che i consumi termici della struttura e sfruttando i sistemi di accumulo per acqua calda sanitaria.

La costante richiesta di acqua calda, consentirà al cogeneratore di produrre in contemporanea energia elettrica che andrà ulteriormente ad abbattere i consumi elettrici elevati della struttura.

Dal punto di vista elettrico avremo una produzione di energia pari a circa
409.000 kWh con un conseguente risparmio in termini di emissioni pari a circa 265.850 Kg di CO2. Il risparmio in termini di TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) sarà pari a circa 33,5 TEP

UTA – Unità di Trattamento Aria

L’installazione di nuove unità di trattamento aria consentirà, oltre ad avere un comfort a dir poco eccellente per tutti gli sportivi, un notevole risparmio in termini di emissioni, il tutto a completamento di un intervento che sarà d’esempio per chiunque, affiancando non solo la struttura della Polisportiva Garden ad un concetto di Green ed Etico, ma anche lo stesso comune di Rimini potrà, se lo vorrà, rimarcare la sinergia per una sostenibilità sempre maggiore, tra il comune e la principale struttura sportiva all’interno del proprio territorio.

Il risparmio in termini di TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) sarà pari a circa 32,8 TEP

Risultati

Per concludere verranno elencati i risultati attesi dall’attività di efficientamento energetico.

Produzione e risparmio in TEP:

  • risparmio da LED 5,5 TEP
  • risparmio da FOTOVOLTAICO 22,8 TEP
  • risparmio da COGENERATORE 33,5 TEP
  • risparmio da UTA 32,8 TEP

Impatto positivo a livello ambientale:

  • – 610.920 Kg/anno di CO2 in atmosfera
  • – 552 barili/anno di petrolio
  • + 4.073 alberi/anno salvati

Richiedi informazioni