Garden Sporting Center go to…green


15 Giugno 2022

E’ ormai giunto a compimento il percorso orientato all’efficientamento energetico che la Polisportiva ha avviato nel 2019 dando seguito ad uno dei cardini della sua policy aziendale, ovvero la sostenibilità aziendale. L’obiettivo è infatti quello di lasciare alla città, anche al termine della concessione comunale, una struttura rinnovata, efficiente dal punto di vista energetico e con contenute emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera (il Garden insiste su un’area di proprietà comunale, il cui diritto di superficie scadrà a marzo del 2066 con conseguente acquisizione da parte del Comune di tutte le opere nel frattempo realizzate).

Nel 2019 è quindi iniziato un processo di efficientamento di notevole importanza sia economica che impiantistica, con l’obiettivo di rendere la struttura non solo un punto di riferimento e di ritrovo, ma anche un esempio di sostenibilità per le migliaia di persone che la frequentano, cercando di arrivare a produrre meno emissioni possibili, puntando all’autosufficienza energetica ottenuta da fonti rinnovabili.
Si è dunque partiti da un’accurata diagnosi energetica certificata ai sensi del D.Lgs. 102/2014 (la diagnosi energetica è stata svolta dalla società STYMA SRL, ESCo certificata UNI CEI 11352, ing. Stefano Parmeggiani e il consulente energetico Leonardo Ronconi.

I successivi interventi hanno riguardato diverse aree e aspetti, nel dettaglio:

cavi elettrici ad alta efficienza energetica (tutti i cavi elettrici sono stati sostituiti con cavi ad alta efficienza, ricoperti di una guaina che permette di ridurre la generazione dei campi elettromagnetici e controllando al massimo la dispersione.

tecnologia LED (sostituzione del 90% dei corpi illuminanti esistenti, con altrettanti corpi a tecnologia LED e lampade LED UVB nella piscina)

Impianto di microcogenerazione (impianto di ultima generazione della potenza di 70 kW elettrici e 109 kW termici che, grazie all’utilizzo di un unico combustibile, ovvero il gas naturale, consente di produrre contemporaneamente due diverse forme di energia, elettrica e termica)

Impianto fotovoltaico (impianto di ultima generazione della potenza di 100 kWp installato sul tetto piano della struttura principale)

Impianto di trattamento dell’aria (enorme risparmio energetico, nell’ottica di economia circolare arriva fino all’85% di recupero dovuto al riutilizzo dell’umidità e del calore presente all’interno delle piscine e della struttura)

Domotica (controllo da remoto che permette una gestione ottimizzata delle tante fonti differenti che producono energia in maniera congiunta, così da garantire una minore energia di picco localizzata in aree specifiche

I benefici complessivi degli interventi portano ad un risultato eccellente da un punto di vista ambientale: si parla di un risparmio annuo totale di 94,6 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio), 552 di barili di petrolio in meno all’anno, – 610.920 kg/anno di CO2 in atmosfera e 4.073 alberi all’anno salvati.

Richiedi informazioni